Questo sito non contiene cookie che violano la privacy. Clicca su Cookies Policy per maggiori informazioni o su Chiudi per accettare la Policy e proseguire.

In Evidenza

logo scuola definitivo

A scuola di Sport: questionario insegnanti

                                            questionario insegnanti di sostegno

                       questionario genitori

 CALENDARIO SCOLASTICO 2018-2019

Libri di testo Scuola Secondaria di I° Grado

Diario scolastico studenti del plesso Morante

Libri da leggere nel periodo estivo per gli alunni del plesso Morante

Fasi del lavoro di preparazione del Musical

Pubblicazione graduatorie permanenti provvisorie concorsi per soli titoli per l’inclusione o l’aggiornamento del punteggio relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale A.T.A.- a.s.2018/19 (Vedi Albo  Pretorio) 

Dote Scuola 2018-2019

Chi siamo

 

L’Istituto Comprensivo “Karol Wojtyla”

nasce nell’anno scolastico 2012-2013 per effetto del decreto sul dimensionamento (D.P.R. 233/98).

La nuova unità prevede la fusione di tre settori di scuola differenti: la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado. In particolare, convergono nel nuovo Istituto i plessi della Scuola dell’Infanzia “Gianni Rodari”, “Lo scoiattolo” e “Quinto Profili”, i plessi della Scuola Primaria “K. Wojtyla” e “Quinto Profili” e il plesso della Scuola Secondaria di primo grado “E. Morante”.

Le linee didattiche ed educative dei vari ordini di scuola sono state integrate in un comune piano di offerta formativa, destinato a crescere e ad arricchirsi nel tempo per l’acquisizione di una solida identità di Istituto.

Principi ispiratori

Fonte di ispirazione fondamentale sono gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana e la Convenzione Internazionale sui Diritti dei bambini e degli adolescenti, in particolare i seguenti principi:

 

UGUAGLIANZA, IMPARZIALITA’ E PARI OPPORTUNITA’

La scuola si impegna a perseguire il diritto allo studio nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità individuali, sociali e culturali di ciascun alunno.

Nessuna discriminazione nell’erogazione del servizio sarà compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche. L’offerta delle occasioni esperienziali deve essere tanto più ricca e significativa, quanto più difficili sono le condizioni dei discenti.

ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

La scuola si impegna a favorire l’accoglienza degli alunni, il loro inserimento e la loro integrazione.

Particolare impegno è prestato per la soluzione delle problematiche relative agli alunni diversamente abili, a quelli in situazione di svantaggio e a quelli stranieri.

 

PARTECIPAZIONE E CONDIVISIONE

La scuola, per favorire la più ampia realizzazione dei contenuti del POF, promuove la partecipazione e la collaborazione di tutte le sue componenti.

 

EFFICACIA, EFFICIENZA, SENSIBILITA’ E TRASPARENZA

La scuola programma percorsi di apprendimento nel rispetto della diversità dei bisogni formativi e garantisce un’adeguata informazione su tutte le attività promosse.

Essa nel determinare le scelte organizzative (ad es. orario delle attività, orario servizi amministrativi), si ispira a criteri di efficienza, efficacia e flessibilità.

 

LIBERTA’ DI INSEGNAMENTO E AGGIORNAMENTO PERSONALE

I docenti svolgono la loro funzione nell’ambito della libertà di insegnamento e dell’autonomia professionale loro riconosciute dalla norma. L’esercizio di tale libertà e autonomia è finalizzato alla formazione della personalità degli alunni. Tutto il personale della scuola si impegna a migliorare la propria professionalità attraverso la partecipazione ad attività di formazione e di aggiornamento, sia autonomamente scelte, sia deliberate dagli Organi Collegiali.     

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter